L’efficienza nella logistica: operatività e tecnologie

Nella logistica la vera efficienza si raggiunge quando automazione e gestione delle risorse umane sanno lavorare insieme, quando sanno mettere in pratica le esigenze strategiche, quando sanno far leva sulla flessibilità.

Come PLF, società del Gruppo De Pasquale, accompagniamo le aziende sia nella sua operatività sia, più a monte, affiancando i clienti nella definizione delle strategie consigliando le soluzioni migliori per raggiungere gli obiettivi; questo perché la tecnologia e l’automazione rappresentano degli ottimi strumenti di cambiamento ma non ne sono certo il motore. Si tratta chiaramente di enablers, strumenti che rendono possibile un’evoluzione ma che dipendono strettamente dalla strategia aziendale e dagli obiettivi definiti. Ciò significa partire dal modello di business e da quello organizzativo per poi identificare quali soluzioni operative meglio siano in grado di raggiungere quegli obiettivi.

È in questo momento che diventa necessario affrontare la questione da tre diversi punti di vista:

  • capacità di gestione e controllo operativa
  • soluzioni tecnologiche
  • gestione funzionale del personale

La capacità di gestione e controllo operativa significa saper organizzare e saper monitorare tutte le fasi di gestione del magazzino in funzione del mantenimento dell’efficienza anche al cambiare dei volumi. In questo senso, le soluzioni di appalto rappresentano uno strumento estremamente utile, in grado di dare flessibilità all’intero magazzino avendo un impatto positivo sui costi. La flessibilità organizzativa è il vero valore aggiunto della gestione dei magazzini; e questa si ottiene attraverso gli altri due fattori di questa equazione: tecnologia e risorse umane.

Le soluzioni tecnologiche, sia hardware che software, rappresentano un importante vantaggio competitivo ma devono essere scelti conoscendo le specificità del proprio magazzino (varietà di prodotti, volume degli ordini da evadere, tipologia di merci, etc) e le variabili da monitorare. È per questo che la scelta del WMS, ad esempio, rappresenta un ulteriore elemento di attenzione: la capacità di lettura delle metriche in tempo reale, la possibilità di integrarsi con l’ERP, la semplicità di utilizzo, le fasi del processo monitorate o capacità di definire il ROI sono solo alcune delle valutazioni da fare quando si è chiamati a scegliere quali piattaforme funzionino meglio per la nostra realtà.

L’infrastruttura tecnologica rappresenta senza ombra di dubbio un importante strumento di flessibilità ed efficienza. Ma ha bisogno delle competenze umane per lavorare al meglio e per rispondere alle esigenze strategiche dei committenti.

Recent Posts